• Collettivo Extravesuviana

    • ottobre 16, 2013 in Parole

    Abusare di vita o parole

    di Allan Corsaro

    Abusare di vita o parole

    è lo stesso

    la testa gronda di sillabe inespresse

    che restano sospese al filo sottile della paura

    e l’ho provata

    la paura

    fredda strisciava sul pavimento

    di case di desolazione ed occhi vuoti

    l’ho avvertita in cucina

    sui fornelli con macchinette del caffè di funerale

    nel delirio di un padre

    nessuna pietà a riempirgli le braccia

    l’ho provata la paura

    nella sosta tra una frase e l’altra

    e nei mie silenzi

    colmi di parole che non conosco

    fuggo me stesso

    le parole mi raggiungono in ogni luogo

    e mi coprono ad ogni sosta

    riscaldando antichi sogni inquieti

    che non ricorderò

    l’indomani.