• Sulla spiaggia

     

     

    Mi hai lasciata su una spiaggia a raccogliere conchiglie

    Ti ho voltato le spalle e continuavo a parlare

    Ti dicevo: guarda le linee di questa, i contorni di quella

    Guarda il colore del dentro, le sfumature del fuori, sembra che il mare le tocchi ancora, guarda!

    Non c’eri più e nemmeno avevi lasciato passi

    Solchi nella sabbia fresca di onde

    Potevo forse esimermi dal porre a me stessa la fatidica domanda

    Ci sei mai stato?

    Mi hai lasciata su una spiaggia a guardare i contorni del mare

    Sfumare nei pixel del cielo

    Avevo un cappello, o volavano i miei capelli, liberi?

    Inevitabile chiedere ancora,

    al pubblico silenzioso che ora osserva ricordi di china

    Sono sola? Che significa questo silenzio?

    Non mi hai lasciata, non erano poi così lontani i tuoi occhi

    Fissi su un libro, le cui pagine – troppo bianche- pungevano e tiravano sassi

    Con le mani toglievi la sabbia da gambe salate e notavi

    Un insetto trasparente farsi strada tra piccole dune, non farcela

    Quando ti sei accorto che ero lontana

    Ti sei voltato e nel silenzio

    Ti sei chiesto ancora se ero mai stata lì

    E se eravamo mai stati felici.