• Posts tagged with " martina salvai"


  • Brazil di Gilliam. Capolavoro della fantascienza

    featured image Brazil di Gilliam. Capolavoro della fantascienza fullscreen
    C’è un regista, unico membro americano dei Monty Phyton, alle prese con progetti favolosi, contorti, spettacolari, in una parola: costosi! C’è questo regista, che da quattordici anni tenta di fare un film su Don Chisciotte ma, ahimé!, i soldi pongono sempre un freno alla fantasia...
    View This Article →


  • Gli uccelli di Hitchcock. L’horror che genera fobie

    featured image Gli uccelli di Hitchcock. L’horror che genera fobie fullscreen
        Ha avuto ragione lei a non motivare l’azione aggressiva degli uccelli. Il film è chiaramente una costruzione intellettuale, una fantasia. (Truffaut a Hitchcock in Il cinema secondo Hitchcock)     Gli uccelli, film tra i capolavori di Hitchcock più conosciuti, responsabile di numerosissimi...
    View This Article →

    • Collettivo Extravesuviana

    • agosto 1, 2014 in Parole

    Il lettore e la spiaggia

    featured image Il lettore e la spiaggia fullscreen
    di Martina Salvai con illustrazioni di Anna Giordano E la chiamano estate, fra temporali e chiazze grigie di malumori estivi, altro che mare, sole, spiagge, incontri salati e sognati sotto ombrelloni sventolanti, occhi d’ombra da cui spiare il vicino! C’è tempo ancora per prepararsi, tempo...
    View This Article →

    • Collettivo Extravesuviana

    • luglio 25, 2014 in Parole

    Interno lunare

    featured image Interno lunare fullscreen
    Pubblichiamo un racconto di Martina Salvai presente nell’antologia Futuro A/R, scaricabile in pdf dal nostro sito. Photo credit: particolare di un’illustrazione di Alessandro Gottardo (Shout).    I. George era rientrato presto. In ufficio non si parlava d’altro che dell’evento di quella sera e a tutti era stato concesso...
    View This Article →

    • Collettivo Extravesuviana

    • luglio 10, 2014 in Parole

    Follia distante

    featured image Follia distante fullscreen
    Com’è strano pensare per un attimo, spenta la coscienza, di volerti raccontare in certi giorni l’assenza fisica, e quanto la tua mancanza infierisca su certe abitudini quotidiane, ma come un fatto accaduto a me e qualcun altro, che tu non sai e non hai vissuto,...
    View This Article →